AuthorsDen.com   Join Free! | Login    
   Popular! Books, Stories, Articles, Poetry
Where Authors and Readers come together!

SIGNED BOOKS    AUTHORS    eBOOKS new!     BOOKS    STORIES    ARTICLES    POETRY    BLOGS    NEWS    EVENTS    VIDEOS    GOLD    SUCCESS    TESTIMONIALS

Featured Authors:  MaryAngela Nangini, iSara Russell, iEdie Batstone, iArthur Jackson, iAlan Greenhalgh, iDavid Arthur Walters, iKevin Weeks, i

  Home > Blogs Popular: Books, Stories, Articles, Poetry     

Claudio Ianora

· + Follow Me
· Contact Me
· Sponsor Me!
· Articles
· Stories
· Blog
· 22 Titles
· 4 Reviews
· Share with Friends!
·
Member Since: Jan, 2009

Claudio Ianora, click here to update your pages on AuthorsDen.







Blogs by Claudio Ianora

amplitude
9/6/2011 12:49:44 PM

response to a critique on communication and hypocrisy
SE NON COMUNICHI NON ESISTI
Pochi si sono soffermati a considerare l’uomo come un terminale interattivo, stimoli ed informazioni che entrano ed escono da ogni individuo. Il valore di una esistenza è proprio determinata dalla vivacità di questo scambio, in assenza del quale, semplicemente, la persona non esiste

"Se non pu oi allungare la vita, allargala! “. Ci sono vite filiformi, al limite dell’esistenza e vite floride, piene di interessi e di relazioni. La differenza tecnica tra queste due condizioni è il flusso di interscambio, ovvero la quantità e qualità di informazioni che vengono scambiate con l’ambiente esterno all’individuo. In questo ambiente ci sono cose, piante, animali, persone che a loro volta hanno un'attività, più o meno vivace, di ricezione/emissione di segnali. Sì, anche le cose emettono segnali e possono “reagire” a particolari sollecitazioni, dagli atomi all’universo intero con tutte le sue componenti. La differenza tra l’uomo ed il resto consiste nella coscienza della propria esistenza. Da Sant’Agostino “Si fallor sum” (Se sbaglio esisto), a Cartesio “Cogito ergo sum” (Penso dunque sono), inclusa la sua deformazione goliardica ottenuta elidendo la prima “g”, in tanti si sono cimentati nel tentativo di provare questa esistenza. Dal momento che l’uomo è un sistema aperto, ovvero influenza ed è, a sua volta, condizionato dagli altri sistemi, fisici o speculativi, con cui viene a contatto, si può aggiungere “Communico ergo sum” (Interagisco dunque esisto). Comunicare vuol dire conoscenza e “ciò che non si conosce, non esiste”. Le persone sono “perbene” fintanto che non si ha conoscenza delle loro malefatte! Per impedire queste scoperte, qualcuno diventa isterico, vuole proibire le intercettazioni ambientali e telefoniche dei delinquenti, nonché la loro divulgazione, e non esita a scatenare orde di collaboratori ringhiosi pagati coi soldi dei contribuenti. La comunicazione, quando non è completa, può essere:
1 – Reale ma invisibile perché i suoi segnali non vengono ricevuti. Il motivo della loro mancata ricezione può essere meccanico, non arrivano o non c’è nessuno all’ascolto, o culturale, nessuno li riconosce o h interesse ad ascoltarli. Un esempio è la mancata attenzione alle esigenze ed ai diritti degli immigrati oppure il comportamento prono dei politici “escort” che, dovendo tutto a chi li ha nominati, chiudono tutti e due gli occhi per non perdere il loro cadreghino e, magari, per “farsi belli” col capo, mettono a disposizione mogli e figlie: “faccia il comodo suo, dottò".
2 – Intangibile ma esistente, siamo nell’ambito delle suggestioni, delle speculazioni intellettuali e delle proiezioni future. Woody Allen: “Perché dovrei fare qualcosa per i posteri? Che cosa hanno fatto loro per me?”
3 – Manipolata perché in parte nascosta o inventata per generare reazioni interessate. La persuasione, più o meno occulta, si basa su parole ed immagini combinate secondo un’astuta tecnica psicologica. Questo è l’habitat della pubblicità e di certa politica. I notiziari sono un catalogo delle contingenze, più o meno periodiche, che è ormai di moda presentare con toni apocalittici, come emergenze continue: stupri, rifiuti, lavoro, furti in ville, rumeni, cani aggressivi, mala sanità, pedofilia, tifoni, siccità, maremoti, carestie, ondate di caldo e di gelo “mai viste”, ecc. Qui, la bandaù dei “sinistristi” si rimbocca le maniche ed imperversa con predicozzi ed interviste quando non coglie l’occasione per far partire l’ennesima orgia di appalti. Ma mai, proprio mai, che si affronti il disastrato assetto idrogeologico del territorio o la bonifica dei manufatti “umani”, mai attenzione allo stato delle esistenze più povere e del mercato del lavoro, mai un’occhiata seria alla scuola e alla sanità, per non parlare della giustizia. Dopotutto, se ciò avvenisse, non si potrebbero più distribuire prebende ed apparire in TV o sui giornali ad agitarsi senza far nulla. Che squallore! Per dirla con Totò: "E poi dice che uno si butta a sinistra!".
4 – Vuota, un diluvio di parole che ammazzano il silenzio senza veicolare alcun messaggio. È il caso di molte trasmissioni televisive realizzate per continuare a tenere nel loro stato spettatori lobotomizzati.
Da un punto di vista economico sono molte le popolazioni che non “esistono” perché inutili sia come consumatori che come manodopera da sfruttare. Il cosiddetto quarto mondo è spesso soggetto a questa condizione. Se ne parla, solo quando qualche avventuriero, individuo o multinazionale, crede di aver individuato opportunità di guadagno. Allora magari si parla delle “spropositate” reazioni locali come la pirateria del Corno d’Africa piuttosto che la destabilizzazione del delta del Niger ignobilmente saccheggiato dalle grandi compagnie petrolifere, tra cui l’ENI. Tutti i notiziari presentano questi episodi come crimini verso l’Occidente; è come se lo stupratore dicesse alla vittima “non ti agitare o, se proprio ci tieni, fallo come dico io!” Comunicare, dialogare con se stessi può essere fisiologico (fame, sete, dolore fisico, ecc.) o intellettuale. Si può restare assorbiti nei pensieri e nelle suggestioni ispirate dalla pagina di un libro, da una poesia, da un quadro oppure immersi in speculazioni matematiche o filosofiche. Poi c’è anche chi si crea una sovrastruttura di ragionamenti, ormai sedimentati e non più ridiscussi, per cui ha sempre ragione e lavora solo per affermare se stesso. Interessante è la meccanica della rimozione; la conoscenza di un fatto, quando le persone coinvolte ed i testimoni non ci sono più o cessano le comunicazioni, si affievolisce fino a sparire. Allora è come se il fatto non fosse mai accaduto. Questo meccanismo è sfruttato da politici e truffatori, talvolta coincidenti, che si spostano dalle aree in cui hanno malversato per rifarsi una “verginità”. È vero anche il contrario, eventi minimi, o mai avvenuti, vengono enfatizzati e celebrati di continuo per giustificare comportamenti altrimenti sanzionabili; gli esempi di vittimismo sono numerosi sia in ambito privato che nella politica nazionale ed internazionale.
Raffaele Giglietti

Commenti (1)
il valore di una esistenza coltivata a teatro; no? 1 Martedì 06 Settembre 2011 22:12 claudio ianora
.... vivacita' si, ma sopratutto cio' che ci vuole , e manca disastrosamente e' AMPIEZZA!

Io- spero le piaccia- ho scoperto- " Gameteus ". Eglli va direttamente al suo aspetto piu' ampio. Sotto il cielo stellato egli guarda in alto e comprende la sua infinita grandezza. In Gameteus cerco di creare una svolta o alternativa alla percezione di noi stessi che in tale situazione usualmente e' ispirata alla timidezza e diminuizione con le conseguenze disastrose che conosciamo ma siamo incapaci di ridirigere. Complimenti e grazie. c.


Post a Comment

More Blogs by Claudio Ianora
• dripping dead - Tuesday, September 27, 2011
• tally [ho!] - Monday, September 26, 2011
• nobody writes to the strange one - Wednesday, September 21, 2011
•  amplitude - Tuesday, September 06, 2011  

• caducetor - Tuesday, July 26, 2011
• logion 77, join in! - Saturday, July 23, 2011
• foisted free will and derivative choices. - Wednesday, June 29, 2011
• improvements make crooked roads straight but the old ones.. - Wednesday, June 22, 2011
• love amoral- death the gateway to divine reward - Tuesday, May 24, 2011
• Gameteus; - Tuesday, May 17, 2011
• A good Time To die [does the universe have a purpose!?!] - Thursday, May 12, 2011
• man's greatest intellectual achievement - Monday, May 09, 2011
• seeking teachers - Thursday, May 05, 2011
• missing the obvious - Sunday, May 01, 2011
• retooling - Sunday, May 01, 2011
• big bang is no brainer - Sunday, April 10, 2011
• Bradley Manning vs National Shame. - Thursday, March 10, 2011
• scum - Saturday, January 29, 2011
• flummoxed 1&1/2 - Saturday, January 22, 2011
• surviving mexico 3 - Friday, January 21, 2011
• surviving mexico 2 - Friday, January 21, 2011
• surviving mexico - Wednesday, January 19, 2011
• Brhama dreaming - Friday, January 14, 2011
• Priapus medicine and mad sciences - Monday, November 29, 2010
• back to olympus! - Monday, November 29, 2010
• on omissions, 2 - Wednesday, September 15, 2010
• on power, 2. - Thursday, September 09, 2010
• Pit 2. To piss or not to piss - Saturday, September 04, 2010
• On Faith - Wednesday, August 25, 2010


The WEALTH SECRETS You Must Know Before40 (eBook) by Jay Onwukwe

Becoming rich requires no miracle and no magic; only the knowledge and application of basic natural Laws, ancient Wisdom, common Secrets, biblical Truths and spiritual Principles t..  
Featured BookAds by Silver
Gold and Platinum Members



Authors alphabetically: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Featured Authors | New to AuthorsDen? | Add AuthorsDen to your Site
Share AD with your friends | Need Help? | About us


Problem with this page?   Report it to AuthorsDen
© AuthorsDen, Inc. All rights reserved.